Tracce N.3, Marzo 2017

CL SITO INTERNAZIONALE

Pagina YouTube

ARCHIVIO

IL PAPA A MILANO/2

Testimonianze dalla città che attende

Roberto Vecchioni
di Paola Bergamini

«Innanzitutto spero che sia una giornata di grande festa, di grande tranquillità e serenità. Che nessuno si permetta di protestare», esordisce Roberto Vecchioni, cantautore, milanese “dentro” (sua, tra le altre, la celebre Luci a San Siro), per trent’anni insegnante di greco e latino nei licei del capoluogo lombardo.
Una vita tutta a sinistra, prima di riscoprire la fede. «Spero anche che vengano tanti bambini, soprattutto bambini e ragazzi», continua, «perché devono capire che il Papa è l’unico segno per andare avanti». In che senso? «Per il mondo di oggi, le uniche cose che tengono sono il sacrificio e l’amore; elementi delle religioni rivelate, ma tipiche del cattolicesimo».
Ma secondo lei cosa dirà Francesco a Milano? «Dirà che è un esempio. Un esempio di onestà, di lavoro, di fatica e anche di bellezza, perché Milano ultimamente ha mostrato bellezze nuove e modernissime. Penso all’Isola, alla Darsena… E poi, è la città della carità ambrosiana, dal cardinale Borromeo ad oggi». È anche una città di contraddizioni... «Certamente, ormai convivono più culture. Ma anche in questo riesce, un po’ alla volta, a comprendere il diverso. È un altro aspetto meritevole».
E la città cosa chiede al Papa? «Le domande sono le stesse di Bologna, Roma o di un piccolo paese della Calabria. Di essere presente, di dare l’esempio, di non mollare mai. Capisco che ci sono elementi insuperabili». Cosa intende? «Il peccato rimane peccato, ma ci sono modalità differenti per affrontarlo. Questo Papa ha dimostrato che Dio perdona tutto, è testimone di una umanità che traspare, per questo risulta credibile. Sempre più spesso mi capita di ascoltare nei discorsi della gente riferimenti alle parole di papa Francesco. È entrato nella pelle delle persone. È un tocco divino. Come a dire: Qualcuno da lassù ci pensa». Insomma, Francesco le piace… «Moltissimo. Direi che oggi è il più grande rivoluzionario. Avevamo bisogno di un Papa così».

Credits / © Editrice Nuovo Mondo srl - Via Porpora 127, 20131 Milano P.I. 01919860153 / © Fraternità di Comunione e Liberazione per i testi di Luigi Giussani e Julián Carrón / Note legali